HOME - SERVIZI CLIENTI - SGS SISTEMA GESTIONALE SICUREZZE - CONTATTI
STUDIO TECNICO FELICE BONVINI
Progettazioni Elettrotecniche
specializzazione nei luoghi con pericolo di esplosione

Valutazione del rischio di esplosione - Classificazione delle aree
Electrical equipment in hazardous areas
PRESENTAZIONE
Lo Studio Tecnico Felice Bonvini è uno studio tecnico di progettazioni elettrotecniche:
progettazione impianti elettrici con specializzazione
nella progettazione di impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione.
LE PRINCIPALI ATTIVITA' SVOLTE
Valutazione del rischio di esplosione Dlg. 81-08,
Progettazione impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione,
Progettazione impianti elettrici nei luoghi a maggior rischio in caso di incendio,
Progettazione impianti elettrici particolari: centrali termiche, impianti pilota, laboratori industriali,
Progettazione sistemi di monitoraggio della ventilazione nei luoghi con pericolo di esplosione,
Progettazione sistemi di monitoraggio delle emissioni su processi industriali nei luoghi con pericolo di esplosione,
Progettazione sistemi di monitoraggio dell'inertizzazione nei luoghi con pericolo di esplosione,
Progettazione sistemi di monitoraggio delle variabili di processo nei luoghi con pericolo di esplosione,
Progettazione impianti di protezione per la compatibilità nei luoghi delle cariche elettrostatiche,
Classificazione delle aree nei luoghi con pericolo di esplosione gas ( G ),
Classificazione delle aree nei luoghi con pericolo di esplosione polveri ( D ),
Classificazione delle aree nei luoghi con pericolo di esplosione in simulazione virtuale in 3D (no Autocad),
Classificazione delle aree nei luoghi con pericolo di esplosione su Skid fissi e mobili,
Progettazione e/o scelta delle misure tecniche di protezione, prevenzione ed organizzative nei luoghi con pericolo di esplosione,
Studi sull'affidabilità, disponibilità delle azioni tecniche di protezione e prevenzione,
Progettazione logiche di controllo delle azioni tecniche, preventive, avvisatori, blocchi ed organizzative,
Sistema Gestionale Sicurezze Elettriche (SGSE – Gestire l'Atex ),
Direttiva Atex impianti elettrici, sicurezze elettriche ed equipaggiamenti elettrici,
Adeguamenti alla conformità della Direttiva Atex apparecchiature di processo ( parte elettrica ),
Studio caratteristiche chimico-fisiche sostanze (G-D/GD) infiammabili lavorate o stoccate,
Direttiva Macchine per luoghi con pericolo di esplosione per equipaggiamento elettrico,
Adeguamento, bonifica impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione,
Sketch tipici di installazione impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione,
Valutazione del rischio e progettazione impianti di protezione scariche atmosferiche nei luoghi con pericolo di esplosione,
Procedure di sicurezza nei luoghi di lavoro con pericolo di esplosione,
Rilevamenti impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione,
Consulenze e rapporti per conto Committenti con Enti e Autorità di competenza,
Corsi aziendali di formazione base Atex,
Corsi di formazione base PES, PAV in luoghi Atex,
Dispense impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione su commissione,
Capitolati elettrici per impianti nei luoghi con pericolo di esplosione,
DI.RI, Dichiarazione di Rispondenza DM 37/08,
Direzioni lavori.

Collaboriamo con Marchi nazionali e internazionali
Invitiamo i costruttori, fornitori, rappresentanti, organismi notificati Atex e tutte quelle figure professionali che lavorano nell'ambito degli impianti a rischio Atex, ad inviarci cortesemente la loro brochure e/o cataloghi e/o presentazione aziendale, al fine di poter offrire al meglio i nostri progetti, servizi, materiali, ai nostri clienti. Grazie per la cortese collaborazione.
LINK UTILI
 
ELECTRICAL EQUIPMENT IN HAZARDOUS AREAS
Arc-producing elements of the equipment can also be isolated from the surrounding atmosphere by encapsulation, immersion in oil, sand, etc. Heat producing elements such as motor winding, electrical heaters, including heat tracing and lighting fixtures are often designed to limit their maximum temperature below the autoignition temperature of the material involved. Both external and internal temperatures are taken into consideration. As in most fields of electrical installation, different countries have approached the standardization and testing of equipment for hazardous areas in different ways. As world trade becomes more important in distribution of electrical products, international standards are slowly converging so that a wider range of acceptable techniques can be approved by national regulatory agencies.
Area classification is required by governmental bodies, for example OSHA and compliance is enforced. Documentation requirements are varied. Often an area classification plan-view is provided to identify equipment ratings and installation techniques to be used for each classified plant area. The plan may contain the list of chemicals with their group and temperature rating, and elevation details shaded to indicate Class, Division(Zone) and group combination. The area classification process would require the participation of operations, maintenance, safety, electrical and instrumentation professionals, the use of process diagrams and material flows, MSDS and any pertinent documents, information and knowledge to determine the hazards and their extent and the countermeasures to be employed. Area classification documentations are reviewed and updated to reflect process changes.
Contatta lo Studio Tecnico F.Bonvini
contatto con lo Studio Tecnico F.Bonvini
ELECTRICAL EQUIPMENT IN HAZARDOUS AREAS
In electrical engineering, a hazardous location is defined as a place where concentrations of flammable gases, vapors, or dusts occur. Electrical equipment that must be installed in such locations is especially designed and tested to ensure it does not initiate an explosion, due to arcing contacts or high surface temperature of equipment.

For example a household light switch may emit a small, harmless visible spark when switching; in an ordinary atmosphere this arc is of no concern, but if a flammable vapor is present, the arc might start an explosion. Electrical equipment intended for use in a chemical factory or refinery is designed either to contain any explosion within the device, or is designed not to produce sparks with sufficient energy to trigger an explosion.

Many strategies exist for safety in electrical installations. The simplest strategy is to minimize the amount of electrical equipment installed in a hazardous area, either by keeping the equipment out of the area altogether or by making the area less hazardous by process improvements or ventilation with clean air. Intrinsic safety and non-incendive equipment and wiring methods are practices where apparatus is designed with low power levels and low stored energy, so that an arc produced during normal functioning of the equipment or as the result of equipment failure has insufficient energy to initiate ignition of the explosive mixture. Equipment enclosures can be pressurized with clean air or inert gas and designed with various controls to remove power or provide notification in case of supply or pressure loss of such gases.
SGS - Sistema Gestione Sicurezze (rischio elettrico)
SGSE - Sistema Gestionale Sicurezze Elettriche nei luoghi con pericolo di esplosione
 
CSB Safety Video: Static Sparks Explosion in Kansas
Inferno: Dust Explosion at Imperial Sugar
CEI - Comitato Elettrotecnico Italiano
CENELEC - European Committee for Electrotechnical Standardization
IEC - International Electrotechnical Commission
CSB-An independent federal agency investigating chemical accidents to protect workers
Health and safety Executive
TuttoNormel
Le immagini di questo sito, sono immagini Google ed hanno lo scopo di sensibilizzare la sicurezza sull'argomento trattato.
 
STUDIO TECNICO FELICE BONVINI
progettazioni elettrotecniche - specializzazione progettazioni impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione - Atex
Valutazione del rischio di esplosione documento
Lo Studio Tecnico Felice Bonvini, si mette a disposizione volontariamente in caso di emergenza a tutte le Istituzioni e persone coinvolte